Come sponsorizzare un prodotto tramite Amazon

by Eleonora on

Hai creato un account venditore su Amazon ma non sei soddisfatto dei risultati di vendita? In effetti, vendere un prodotto non è facile se si è alle prime armi e ancora non si può contare su una buona reputazione “digitale” grazie alle recensioni. I competitors sono numerosi e se siamo nuovi non di rado il prodotto che offriamo si troverà nelle ultime pagine di ricerca, perché Amazon si troverà in difficolta nel definirne la rilevanza rispetto alle parole chiave cercate dagli utenti.

Puoi però migliorare il tuo posizionamento applicandoti con costanza e pazienza, ricevendo buone recensioni, creando le schede prodotto con descrizioni ricche e ottimizzate e praticando prezzi competitivi.

Ma puoi migliorare velocemente la tua posizione sul motore di ricerca Amazon? Si, sponsorizzando il tuo prodotto con Amazon Advertising. Utilizzando questo strumento potrai balzare in testa ai risultati di ricerca, e pagare solamente quando gli utenti effettueranno un clic su un link sponsorizzato.

Cos’è Amazon Advertising

Lanciato nel 2018, Amazon Advertising è il sistema interno ad Amazon stessa che ti permette di sponsorizzare dei prodotti creando delle inserzioni pubblicitarie a pagamento. Come il motore di ricerca di Google, quando digiti delle parole chiave anche Amazon offre dei risultati sui prodotti in base a un algoritmo.
Per comparire nelle prime posizioni ed essere quindi suggeriti da Amazon, i prodotti possono essere sponsorizzati.

Come sponsorizzare un prodotto su Amazon

Creare una campagna pubblicitaria su Amazon è molto semplice:

  • Registrati come venditore o accedi alla tua area riservata da venditore (Amazon Seller Central)
  • Seleziona “Pubblicità” dal menù, e al suo interno clicca su “crea una nuova campagna”
  • Dopodiché dovrai definire le impostazioni generali della tua campagna Amazon: il nome della campagna, il Budget giornaliero, la Data di inizio e fine e la
    Modalità di targeting (automatico o manuale).
    Scegliendo la modalità di targeting automatico, le parole chiave target per il prodotto da sponsorizzare saranno scelte in automatico da Amazon, secondo quelle che ritiene coerente rispetto all’annuncio. Questa è la scelta consigliata per chi non ha esperienza con le sponsorizzazioni. Il targeting manuale invece prevede che l’utente scelga da solo le parole chiave, secondo un meccanismo simile a quello di Google Adwords.A questo punto, viene stabilita un’offerta CPC (costo per click) massima per ogni parola chiave, da non eccedere, che determinerà la posizione dell’annuncio rispetto alla concorrenza.

Ma attenzione: non tutti i prodotti possono essere sponsorizzati su Amazon, i prodotti devono rientrare in una o più categorie idonee alla Buy Box, e per questo dovrebbero aver già ricevuto almeno un paio di recensioni che li classifichino come vendibili.

Quanto costa sponsorizzare un prodotto con Amazon?

Se il meccanismo del CPC fa in modo che la spesa sia corrispondente a un effettivo click e quindi a un interesse attivo dell’utente, d’altra parte Amazon Adwords funziona sulla base del meccanismo dell’asta, quindi dipende molto dalle parole chiavi che stai cercando di “acquistare”. Se le parole chiave sono molto popolari dovrai affrontare una concorrenza molto alta e quindi il prezzo della singola parola si alzerà. Considera poi che Amazon stessa consiglia di non scendere sotto 0,50 euro a parola per un risultato efficace.
Inoltre, è possibile monitorare le campagne tramite il report che Amazon fornisce, in modo da poter calcolare il ROI e in caso modificare il budget per un risultato più efficace.

Sponsorizzare un prodotto con Amazon Advertising conviene?

Sponsorizzare un prodotto con Amazon Advertising sicuramente ti consentirà di aumentare le visualizzazioni e le vendite del tuo prodotto. Basti pensare che il tasso di conversione (ossia il rapporto tra click e vendite) è molto alto, dato che una persona che effettua una ricerca su Amazon ha già intenzione di effettuare un acquisto, diversamente da quanto accade per le sponsorizzazioni su Facebook e Google che intercettano un’utenza in cerca di svago o di informazioni generiche. Il nostro consiglio è quindi quello di iniziare a sperimentare questo tool con un piccolo budget iniziale.

Written by: Eleonora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *