5 Consigli su come installare pannelli fotovoltaici.

by matteo on

Installare pannelli fotovoltaici potrebbe risultare essere un lavoro difficile e oneroso. Invece, se seguite i nostri consigli potrete risparmiare tempo, fatica e denaro.

1.Iniziamo, dunque, con alcune semplici operazioni:

Innanzitutto vediamo se casa nostra può ospitare un impianto fotovoltaico. Se abitiamo in una casa singola è chiaro che occorra solo il nostro consenso. Se invece siamo in un condominio occorre il consenso di tutti i condomini e, qualora ci fosse un amministratore dovrete rivolgervi direttamente a lui il quale si occuperà di svolgere tutte le pratiche. Disegnamo su un foglio il nostro tetto e il posto dove vorremmo installare il tutto. Poi facciamo alcune fotografie della casa e dell’ambiente circostante. Queste le operazioni preliminari. Chiaramente, il posto deve essere aperto, senza palazzi o montagne intorno. O almeno che non facciano ombre costanti.

2. Contattare un’azienda che installi fotovoltaici:

azienda di fotovoltaicoPotrete trovare tranquillamente il numero su internet. Ricordatevi che quasi tutte le aziende mandano un tecnico che si occuperà di fare un sopralluogo e di stendere un preventivo in maniera assolutamente gratuita. Noi consigliamo di non fidarsi di chi chiede soldi per sopralluoghi e preventivi. Egli dovrà inserire, nel suddetto preventivo: costo dell’impianto, costo dell’installazione, costo delle funzioni burocratiche (alcune aziende, qualora il lavoro fosse grande, lo offrono) e costo del collaudo finale. Se manca una di queste voci richiedetela. Questo per non trovare sorprese finali. Se l’azienda può, alcune lo fanno, fatevi rilasciare un foglio di consumi risparmiati, consumi prodotti e valore di rivendita dell’energia. Alcune lo fanno automaticamente.

3. Andate nel vostro comune:

Lì potrete richiedere le autorizzazioni necessarie all’installazione dell’impianto fotovoltaico. Queste le autorizzazioni da richiedere: impianti fino a 20 kw, zone protette come centri storici, parchi naturali ecc… poi ogni comune può applicare una propria “normativa”. Per impianti che producano più di 20 kw è necessario avere un’autorizzazione che certifichi l’impatto ambientale.

4. Una volta installati:

Occorre immediatamente richiedere alcuni sgravi fiscali al fine di beneficiare delle norme vigenti:

– richiedere incentivi del nuovo conto energia e la tariffa incentivata: si hanno 60 giorni di tempo dalla fine dei lavori.

– richiedere il finanziamento dell’impianto alla banca: richiedibile soltanto se si è fatta richiesta per gli incentivi.

La banca scelta per il finanziamento, grazie ad alcuni accordi presi con il GSE, potrebbe applicare uno sconto totale sul finanziamento richiesto. Quindi, in pratica, non ci saranno costi di interessi. Pagherete soltanto il costo dell’impianto. Questo è la stipula dell’accordo che il GSE ha fatto nel 2013 con circa 350 istituti di credito. Inoltre potrete richiedere anche la stipula di un’assicurazione dal costo di 30 euro.

5. Alcuni consigli utili:

Nel concludere la nostra guida rilasciamo alcuni consigli utili ad una corretta applicazione dell’impianto fotovoltaico. Certo, l’azienda penserà a tutto ma potrebbe capitare che vogliate comunque conoscere il funzionamento.

-individuare il carico massimo meccanico (neve e vento)
-Il pannello deve essere orientato verso SUD
-Il pannello deve essere inclinato verso SUD EST o SUD OVEST, qualora non ci sia lo spazio verso SUD
-Luogo privo di zone d’ombra

Questi racchiusi qui sono alcuni piccoli consigli su come riuscire ad ottenere il massimo dal nostro investimento. Mi raccomando, leggete bene qualsiasi opuscolo l’azienda vi rilasci e, qualora riceviate tecnici o quant’altro dell’azienda, andate ad informarvi su internet sulla reale esistenza di quell’azienda. Non immaginerete neanche quante truffe girino intorno all’installazione dei pannelli fotovoltaici. Quindi, state sempre molti attenti e speriamo che questa guida vi aiuti a comprendere bene cosa occorra per installare un pannello all’esterno del vostro edificio.

Written by: matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *